Giovanna Scalone è nata il 13 maggio 1931 a Vallo della Lucania (Salerno).

La sua vita è stata segnata dal duro lavoro di campagna nel quale svolgeva anche le mansioni più pesanti che generalmente erano affidate agli uomini, come zappare la terra. Raccoglieva la legna, coltivava patate, fagioli e altri frutti, allevava capre e galline ed era suo compito ucciderle quando c’era la necessità di sfamare la famiglia.

Non ha conosciuto ricchezze e comodità né da bambina né da adulta, ma il ricordo dei cibi che consumava in passato la trasportano con la mente nell’eldorado di sapori della sua giovinezza. La sua storia parte da qui.

Intervista di: Rossella Galletti
Video di: Rossella Galletti e Antonio Puzzi. Montaggio a cura di: Annalisa Rascato
Sottotitoli ITA/ENG di: Antonio Puzzi e Rossella Galletti
Scheda di: Rossella Galletti, MedEatResearch – Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea dell’Università di Napoli Suor Orsola Benincasa, diretto da Marino Niola ed Elisabetta Moro
Traduzioni di: Rossella Galletti
Creato il: 13-06-2019
Giovanna Scalone

Giovanna Scalone

Anno: 1931
Città: Pioppi (SA)
Professione: Contadina
Lingua parlata: Italiano, dialetto cielntano

Indice del video

00.00 – 00.52 La scoperta del cognome
00.52 – 2.08 Una vita familiare difficile
2.08 – 3.20 Lavorare in campagna
3.20 – 5.11 La cucina che fa di necessità virtù
5.11 – 5.58 Il dramma di vivere con i suoceri
5.58 – 7.00 Come è cambiata l’alimentazione negli ultimi 50 anni
7.00 – 7.38 Verdure vs. pasta
7.38 – 8.49 La vedovanza e la nuova vita
8.49 – 9.46 La vendemmia
9.46 – 10.46 Il pranzo della domenica di ieri e di oggi
10.46 – 12.17 Il coniglio e l’aceto: “mai usato prodotti surgelati”!
12.17 – 13.42 Tecniche di cucina
13.42 – 14.37 La cucina della miseria
14.37 – 15.13 Sopravvivere alla miseria
15.13 – 17.48 “Cantare, cantare sempre”
17.48 – 19.52 Il miracolo della pastasciutta

Informazioni geografiche

Nazione: IT
Regione: Campania
Città: Pioppi
Provincia: SA
Altitudine: 10 m. s.l.m.

Collegamenti ed allegati