Giuseppe Barbiero, detto Peppino, è nato a Jelsi (Campobasso) nel 1940. “Con la guerra”, dice lui. Ha sempre fatto il contadino, anzi il produttore di grano. Un grano di cui parla con orgoglio ma anche con rassegnazione per l’impossibilità di riuscire a ottenere il giusto compenso dal lavoro compiuto.

Giuseppe racconta la mietitura, quella che si faceva in passato, completamente a mano e che durava “dall’alba al tramonto”. Oggi invece – dice Peppino – tutto avviene più velocemente grazie alle macchine. Prima però “si cantava”, ci si divertiva di più, nonostante si faticasse molto di più.

Mangia cibi genuini, Giuseppe. E beve vino, perché quello è la sua “risorsa” per mantenersi in attività.

Intervista di: Helga Sanità
Riprese di: Enzo Pascolo e Gaetano D’Antonio NFI. Montaggio a cura di: Paolo Barone NFI
Sottotitoli ita/eng di: Antonio Puzzi e Rossella Galletti
Scheda di: Antonio Puzzi
Traduzioni di: Rossella Galletti
MedEatResearch – Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea dell’Università di Napoli Suor Orsola Benincasa, diretto da Marino Niola ed Elisabetta Moro
Realizzata il: 12-07-2019
Giuseppe Barbiero

Giuseppe Barbiero

Anno: 1940
Luogo di nascita: Jelsi (CB)
Professione: Contadino, agricoltore
Lingue parlate: Italiano, dialetto jelsese

Indice del video

00.00 – 01.27 Contadino: una parola “giusta”
01.27 – 04.51 Anche il grano oggi è cambiato
04.51 – 08.56 La mietitura, come una volta
08.56 – 10.48 Cibo e canti durante la mietitura
10.48 – 13.37 L’alimentazione quotidiana: esempi di mediterraneità nelle aree interne

Informazioni geografiche

Nazione: IT
Regione: Molise
Città: Jelsi
Provincia: CB
Altitudine: 580 m. s.l.m.