Riccardo Dalisi è nato a Potenza nel 1931, ma ha vissuto a Napoli fin dalla primissima infanzia. È architetto, designer, pittore, scultore, poeta. Gli piace definirsi un contaminatore, contaminato, contaminante. La sua inesauribile creatività si riassume nel motto “Progettare senza pensare” che – come ci spiega – è ispirato a Wittgenstein e vuol dire “pensare liberamente col corpo”, “sentire fluire le emozioni nel plesso solare”. È stato definito un designer atipico perché più che progettare oggetti, riesce ad animarli e li fa diventare protagonisti di favole figurative immaginifiche. “Totocchio”, nato dall’unione fra Totò e Pinocchio, è il suo eroe in forma di caffettiera che assume identità sempre nuove. Le sue memorie alimentari lucane sono legate alla pasta fresca fatta in casa: gli “strascnar” (strascinati) e le “recchietell” (orecchiette), ma anche alle grandi forme di pane che si potevano affettare solo con un grande coltello, poggiandole su una spalla. I cibi che oggi ama di più sono il caffè – che beve “amaro con tanto zucchero” – il cioccolato – con cui vorrebbe costruire delle case – e la pasta in tutte le forme, soprattutto gli spaghetti che lo ispirano perché sono così elastici da riuscire a danzare.

Scheda di: di MedEatResearch-Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea, diretto da Marino Niola, intervista di Helga Sanità, scheda tecnica a cura di Giulia Origlia e Fabiola Petrenga, sottotitoli a cura di Giulia Origlia e Helga Sanità
Video di: Ripresa e Montaggio a cura di Davide Mancini
Creato il: 08-05-2015
Riccardo Dalisi

Riccardo Dalisi

Data di nascita: 01-05-1931
Città: Potenza
Scuola: Università
Professione: Artista
Lingue parlate: Italiano

Indice del video

- 00:09 I cibi lucani della memoria: "strascnar","recchietell" e grandi forme di pane
- 02:44 I capellini in brodo
- 03:53 Progettare senza pensare
- 07:42 Il premio Compasso d’oro per le macchinette del caffè napoletane
- 09:08 Totocchio
- 10:47 Parola d’ordine: sperimentare
- 12:32 Mediterraneo: panelli, pani, panellini, salsa e grano
- 13:06 Pasta “a vela”, asciutta, bagnata, con salsa e formaggio
- 15:10 La “cassata” …per “cassare” il ricordo della fetta di torta precedente e prenderne ancora
- 16:40 La pizza: contenitore e contenuto
- 17:41 La danza degli spaghetti e l’elasticità figurativa della pasta

Informazioni geografiche

Nazione: IT
Regione: Campania
Città: Napoli
Provincia: NA
Altitudine: 17m s.l.m.

Collegamenti ed allegati
Riferimenti e fonti

Bibliografia:
Riccardo, Dalisi, L’Architettura della imprevedibilità, 1970

Riccardo Dalisi, La caffettiera di Pulcinella, 1987

Riccardo Dalisi, Progettare senza pensare, Electa, Napoli, 1999

Riccardo Dalisi, Design ultrapoverissimo, 2004

Riccardo Dalisi, Decrescita. Architettura della nuova innocenza, 2009

Sitografia:
www.riccardodalisi.com