Viaggio nei ricordi dei discendenti di Don Carlo Pinto e del suo ristorante “La Casina Rossa” divenuto punto di riferimento della gastronomia vesuviana degli anni 50’ e 60’, ripercorrendo la storia dalla nascita avvenuta proprio all’interno del ristorante, al mito della creazione di piatti ormai entrati nella tradizione come pasta fagioli e cozze e zeppoline di alghe, passando per il  suo modo di essere umile che lo ha sempre contraddistinto fino ai valori che ha tramandato alla sua famiglia. 

Scheda di: Alessandro Aruta, Danilo Gorga, Chiara Sorbino, Alessandra Gelormini, Martina Leopardi, studenti del corso Scienze Gastronomiche Mediterranee, per il corso Storia della Gastronomia nei Paesi dell’area Mediterranea, del professore Marino Niola
Video di: Alessandro Aruta, Danilo Gorga, Chiara Sorbino, Alessandra Gelormini, Martina Leopardi, studenti del corso Scienze Gastronomiche Mediterranee, per il corso Storia della Gastronomia nei Paesi dell’area Mediterranea, del professore Marino Niola
Creato il: 25-04-2015
Sabatino Pinto

Sabatino Pinto

Anno: 1966
Città: Napoli
Scuola: Diploma in Ragioneria
Professione: Gestore e Cuoco di una risto-braceria
Lingue parlate: Italiano

Indice del video

00:00 chi era don carlo
00:53 nascita della casina rossa
03:01 personaggi famosi ospiti della casina rossa
06:29 pasta fagioli e cozze
09:35 ricordi su don carlo
12:04 frittelle d’alghe
12:20 cucina di recupero
14:23 piatti del cuore/della memoria
15:41 le festività con don carlo
18:59 don carlo e la cucina
20:25 una passione che si tramanda

Informazioni geografiche

Nazione: IT
Regione: Campania
Città: Torre del Greco
Provincia: NA

Collegamenti ed allegati
Riferimenti e fonti

Archivio personale, foto di famiglia, autcomposizione musicale, “ A lenga turrese” di Salvatore Argenziano e Gianna De Filippis, “Miseria e Nobiltà della nostra coppia” Marino Niola per la Domenica di Repubblica, ? Si fa presto a dire cotto, un antropologo in cucina” Marino Niola

Opera teatrale Sabato Domenica e Lunedi di Eduardo De Filippo, Malafemmena.

Concetta Pinto, Cinzia Pinto, Sabatino Pinto, Martina Leopardi.