La società Fabbriche Riunite Torrone di Benevento è stata fondata il 30 gennaio 1908 su iniziativa dei mastri torronai operanti in territorio sannita. Il tentativo era di creare una forte identificazione, un legame tra il Sannio e il torrone. Un progetto ambizioso, se si pensa che un secolo dopo il Sannio ha visto finalmente riconoscere il marchio I.G.P. al tipico prodotto locale. L’idea si scontrò con le due grandi guerre e l’alluvione del 1949 che portarono ingenti danni alla società: la salvezza arrivò con un uomo, Mario Rosa, e con il suo sogno.

Mario Rosa nacque il 5 maggio 1905 a San Leucio del Sannio (BN). Ultimo di 13 fratelli, Mario andò in città per apprendere un mestiere quando aveva solo 12 anni: imparò i segreti del torrone e della pasticceria presso artigiani locali e con loro lavorò finché non fu in grado di avviare una piccola attività propria, nel 1939. Aveva già 50 anni Mario Rosa quando gli si presentò l’opportunità di salvare la storica società Fabbriche Riunite Torrone di Benevento dal fallimento.

Nel 1955 Mario Rosa riunì la famiglia intorno al tavolo della spartana cucina: Mena, sua moglie e i piccoli Anna, Fausta e Dario ascoltarono attenti il discorso del capofamiglia e presero la decisione. In quel giorno del 1955 la società entrò a far parte della famiglia Rosa, e la famiglia Rosa diventò la società stessa. Mario Rosa, unico socio, con fantasia, sacrificio e passione riuscì a donare nuovo lustro a quei marchi che solo qualche anno prima rappresentavano un sogno irraggiungibile.

Fabbriche Riunite Torrone di Benevento annovera oggi 8 soci, tutti discendenti diretti di Mario Rosa. Lo spirito della famiglia, passando di generazione, non è mutato: ancora oggi ci si riunisce intorno al desco familiare ed è così che vengono prese le decisioni più importanti. Oltre 60 persone formano gli staff delle due divisioni – industriale e commerciale – che compongono il business aziendale. 
Nel cuore è vivo lo spirito dei Sanniti, popolo di guerrieri caparbi e fieri, con la consapevolezza che questa terra che nulla regala è però terra di storia, di cultura, di ideali. A questi ideali è dedicato, giorno dopo giorno, il lavoro di ognuno.

Scheda di: Maria Scarinzi, MedEatResearch – Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea dell’Università di Napoli SOB, diretto da Marino Niola ed Elisabetta Moro
Video di: Mario De Tommasi, Luigi Giova, Maria Scarinzi
Sottotitoli di: Maria Scarinzi
Creato il: Luglio 2013
Fausta Rosa

Fausta Rosa

Anno: 1942
Città: Benevento
Professione: Imprenditrice
Lingue parlate: italiano

Indice del video

00.08 – Storia dell’azienda ed esperienza in laboratorio
02.08 – L’importanza delle tradizioni: torrone morbido e tozzole di monaco
03.00 – Pizzo panaro
03.52 – Regalo del torrone caldo ai clienti
04.44 - Nascita di “Fabbriche riunite torrone di Benevento” e storia del padre Mastro Torronaio
07.59 – Le 5 C di Benevento
08.56 – Cottura del torrone
10.00 – Torrone dei morti di Napoli
10.48 – Pizzo panaro
11.16 – Dolce di San Bartolomeo
12.30 - Festa della Madonna delle Grazie
14.00 – Riso con il latte
14.57 – Cicoria e fagioli
15.53 – Cardone
16.48 – Lavoro da fare con i bambini
17.55 – Il torrone va fatto con il miele
19.00 – Torrone a Cremona
19.50 – Macchinari antichi e caldaie
20.27 – Le Cotte del torrone e il lavoro di famiglia

Informazioni geografiche

Nazione: IT
Regione: Campania
Città: Benevento
Provincia: BN
Altitudine: 135m. s.l.m.

Collegamenti ed allegati
Riferimenti e fonti