Luigi Maria Lombardi Satriani, classe 1936, calabrese di San Costantino di Briatico, è stato intervistato per i Granai del Mediterraneo il 7 marzo del 2013.

Ha insegnato Etnologia all’università LaSapienza di Roma, Antropologia culturale all’università di Messina, Storia delle tradizioni popolari all’università della Calabria e Culture e identità italiane presso l’università Suor Orsola Benincasa di Napoli, ma anche nelle università di Trieste, Bergamo, Foggia, Reggio Calabria, Palermo e Sassari. È stato Senatore della Repubblica nella XIII Legislatura (dal 1996 al 2001) e ha preso parte alla Commissione Cultura Senato e alla Commissione Bicamerale sull’organizzazione mafiosa e sulle altre realtà criminali. 

Per Lombardi Satriani la memoria «è un seme che dobbiamo custodire, raccogliere, far fruttificare». Ogni memoria ed ogni essere umano sono un patrimonio dell’umanità, da rispettare. L’antropologo riflette sul ruolo giocato dai cibi nella costruzione delle memorie e li considera dei semi di cultura, che non solo restituiscono il senso di una stagione, ma di un’epoca. 

Pensando alla sua infanzia, Lombardi Satriani recupera il ricordo del fricò, un cibo siciliano introdotto nella sua famiglia da una zia, sposata ad un messinese. Si inzuppava il pane nel latte, vi si adagiavano piselli, uova sode, formaggio, provola, poi si stendeva sopra un altro strato di pane bagnato nel latte e un altro strato di ripieno, ancora altro pane e altro ripieno, infine si metteva a cuocere nel forno finché non dorava. Questa preparazione non è una semplice ricetta per l’antropologo, è la cifra della storia della sua famiglia legata a ricordi di convivialità, parole, gesti, saperi e sapori tramandati dalla zia ai fratelli e ai nipoti, e da questi ai propri figli e nipoti. 

Nessuna società resta però immobile nel tempo: «se anche noi ci volessimo fermare al passato, il tempo finirebbe per trasformarci». 

Scheda di: Rossella Galletti, MedEatResearch-Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea, diretto da Marino Niola, intervista di Rossella Galletti, sottotitoli in inglese a cura di Maria Funiciello
Video di: Annalisa Rascato
Creato il: 07-03-2013
Luigi Maria Lombardi Satriani

Luigi Maria Lombardi Satriani

Anno: 1936
Città: San Costantino di Briatico (VV)
Scuola: Università
Professione: Professore/Insegnate
Lingue parlate: Italiano

Indice del video

- 00:09 I semi della memoria
- 02:50 Il fricò come madeleine
- 06:50 La cultura contadina di San Costantino di Briatico
- 09:01 Il cibo della festa: lasagne e paste al forno
- 10:31 Cibo è sacro
- 12:55 Le pitte pie calabresi
- 14:00 Il cibo come medium
- 18:10 Sfizi napoletani
- 18:58 Saperi e sapori del cibo
- 19:42 Mediterraneo

Informazioni geografiche

Nazione: IT
Regione: Campania
Città: Napoli
Provincia: NA
Frazione: San Ferdinando
Località: UNIVERSITA' DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA
Altitudine: 17m s.l.m.

Collegamenti ed allegati
Riferimenti e fonti

Bibliografia:

- Luigi Maria Lombardi Satriani, Folklore e profitto (Firenze, I976);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, Antropologia culturale e analisi della cultura subalterna (Milano, 1980);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, Un villaggio nella memoria (Roma, 1984, Premio Sila);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, Il silenzio la memoria e lo sguardo (Palermo, 1989);

- Luigi Maria Lombardi Satriani in collaborazione con Mariano Meligrana, Il ponte di San Giacomo (Palermo, 1989, Premio Viareggio);

- Luigi Maria Lombardi Satriani in collaborazione con D. Scafoglio, Pulcinella. Il mito e la storia (Milano 1992);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, Lo sguardo dell'angelo. Linee di una riflessione antropologica sulla società calabrese (Rende - CS, 1992);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, La stanza degli specchi (Roma, 1994);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, Nel labirinto. Itinerari metropolitani(Roma, 1994);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, Diritto egemone diritto popolare. La Calabria negli studi di demologia giuridica (Milano, 1995);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, in collaborazione con M. Boggio, F. Mele, Il volto degli altri. Aids e immaginario (Roma, 1995);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, in collaborazione con M. Boggio, G. Bucaro, Come una ladra a lampo. Madonna della Milicia, sacro e profano (Roma, 1996);

- a cura di L. M. Lombardi Satriani e A. Ariño, L'utopia di Dioniso. Festa tra tradizione e modernità (Roma, 1997);

- a cura di Luigi Maria Lombardi Satriani, La sacra città. Itinerari antropologici-religiosi nella Roma di fine millennio (Roma, 1999);

a cura di Luigi Maria Lombardi Satriani, Santità e tradizione. Itinerari antropologici-religiosi nella Campania di fine millennio (Roma, 2000);

- a cura di Luigi Maria Lombardi Satriani, Madonne pellegrini e santi. Itinerari antropologici-religiosi nella Calabria di fine millennio (Roma, 2000);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, De sanguine (Roma, 2001);

- a cura di L. M. Lombardi Satriani e L. Bindi, De Martino, panorami e spedizioni (Torino, 2002);

- a cura di L. M. Lombardi Satriani e L. Bindi, Carlo Levi, un dolente amore per la vita (Roma, 2003);

- Luigi Maria Lombardi Satriani, Il sogno di uno spazio. Itinerari ideali e traiettorie simboliche nella società contemporanea (Soveria Mannelli, 2004);

- Luigi Maria Lombardi Satriani in collaborazione con M. Boggio, Natuzza Evolo. Il dolore e la parola (Roma, 2006)